Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

29 Settembre ore 18.00 – Via del Vantaggio, 14

Pittura e Scultura, Food Design, Musica, Fashion Design e Flower Design uniti insieme per un cocktail unico nella Capitale. L’Hotel di via del Vantaggio diventerà per una sera teatro delle forme d’arte più trendy e innovative.

Gianmarco Bersani "Thinking Baroque"

Gianmarco Bersani “Thinking Baroque”

Prima tra tutte la Pittura e la Scultura, che in questo hotel sono parte integrante dell’interior decoration. Non solo la hall e gli spazi comuni, ma anche ogni singola stanza e suite sono dedicate ad alcuni tra i più interessanti artisti contemporanei. Per spegnere le cinque candeline interverranno alcuni degli artisti che al the First sono “di casa”: Cristiano Pintaldi, Riccardo Monachesi, Brigita Huemer, Angelica Romeo e Camilla Ancilotto che, per l’occasione, svelerà agli ospiti della serata i suoi due ultimi capolavori: la maestosa Venere Reclina e la straordinaria Testa di Cavallo di Selene, che si aggiunge alla serie già presente in albergo.

Gianmarco Bersani "Tribute to Anna"

Gianmarco Bersani “Tribute to Anna”

Il Fashion Design è rappresentato dall’avanguardia di Gianmarco Bersani, che con i suoi copricapi scultorei stupirà il pubblico: volumi importanti, materiali inusuali, tra il pop e il barocco, che hanno incantato i più severi giudici dello stile e della moda. Nelle sue mani sapienti uno sciame di farfalle diventa ornamento raffinato, le pagine dello spartito si arrotolano graziosamente attorno alla nota musicale, la gabbia per uccelli si ingentilisce di rami di pesco incorniciando il viso di chi lo indossa.

Il Flower Design di “Elementi di Stile” veste l’edificio di citazioni esotiche creando una scenografia fiabesca, dove la Gloriosa è protagonista assoluta e fa da invito all’installazione principale, Il giardino di Monet, habitat bucolico di una ninfa contemporanea, tra fiori, bacche, physalis e rami.

Camilla Ancillotto "Venere e Cupido"

Camilla Ancillotto “Venere e Cupido”

Filo conduttore di questa eleganza contemporanea è la Musica, sospesa tra passato e futuro nelle performance dell’arpista Eleonora Pellegrini, della violinista Marta Cosaro e della voce di Claudia Coticelli, che forgeranno la colonna sonora di una serata intessuta con l’arte.

L’immancabile Food Design diventa anch’esso un’opera d’ammirare: l’Executive Chef Marco Scarallo insieme agli esperti di mixology delizieranno gli ospiti con gioielli serviti per il piacere degli occhi e del palato, accompagnati da quattro esclusivi cocktail, creati e ispirati alle opere in esposizione permanente nell’albergo: il 3d, omaggio a Camilla Ancilotto, il Pixel, che nasce dalle opere di Cristiano Pintaldi e il Golden Hour, ispirato ad una delle sculture di Oliviero Rainaldi.

Una serata speciale, in luogo d’eccellenza, incastonato nel cuore della Città Eterna: il The First Luxury Art Hotel, vero e proprio albergo-galleria d’arte, che fonde il lusso 5 stelle dei servizi offerti col valore delle opere esposte e conferma ancora una volta l’indissolubile continuità tra passato e presente.

I 300 Ospiti saranno accolti dal padrone di casa Daniele Carta. Molti i volti noti: Lucrezia Lante della Rovere, la Principessa Sofia Odescalchi, l’attrice Jun Ichikawa, i designer di moda Alessandra Carta, Stefano e Cosima d’Inzillo, Raffaella Frasca,  i costumisti Nicoletta Ercole e Gaetano Impallomeni, lo scenografo Stefano Maria Ortolani, lo scrittore Edmondo Mingione, gli artisti Cristiano Pintaldi, Riccardo Monachesi, Brigita Huemer, Angelica Romeo e Camilla Ancilotto.

 

 

Ufficio Stampa The First Luxury Art Hotel:  Annalisa Crescimanno tel. 345.0508032

 

 

 

 

La Pittura-Scultura:

 

Camilla Ancilotto

Dal Chiostro del Bramante e la Camera dei deputati di Roma alla Ca’ d’Oro Art Gallery e Freedom Tower di Miami, è un’artista di fama internazionale molto apprezzata dai più importanti nomi del mondo della critica d’arte, tra cui il celebre prof. Vittorio Sgarbi. I suoi capolavori sono “pitto-sculture”, realizzate con solidi ruotanti sul proprio asse che danno vita a tre opere in una, invitando il pubblico ad un “gioco” diretto con l’arte. Con la Venere Reclina e la Testa di Cavallo di Selene Camilla Ancilotto sperimenta una singolarissima trattazione degli sfondi: “nella ripresa dell’antica – e onerosa – tecnica decorativa della doratura in foglia oro zecchino con la quale ho inteso ricollegarmi concettualmente a quell’arte prodotta nelle cosiddette “epoche fototropiche” (bizantina e medievale) in cui la luce è l’elemento che dà vita alle forme: le figure – come “novelle icone” – emergono dai bagliori del fondo aureo e sollecitano i fruitori ad interagire con l’opera dandone un’interpretazione sempre nuova, in perenne metamorfosi”.

 

Cristiano Pintaldi

Le sue opere si trovano nelle collezioni pubbliche della Galleria Nazionale d’Arte Moderna, del MAXXI Museo d’Arte Contemporanea del XXI secolo, del MACRO Museo d’Arte Contemporanea di Roma e del Museo d’Arte Moderna di La Spezia. I capolavori di Pintaldi hanno anche girato il mondo, dal Museo Scientifico e di Ricerca dell’Accademia Russa di Belle Arti a San Pietroburgo e alla Galleria Partner&Mucciaccia a Singapore. Come tutte le sue opere, anche quelle esposte al The First sono “senza tiolo”: con la sua personale tecnica della scomposizione in pixel crea immagini digitali su tela dove rivivono personaggi della cultura popolare, dei programmi televisivi, dei cartoni animati, dei film di fantascienza e dei film di Kubrick fino all’odierno di mondo di internet e dei social network.

 

Riccardo Monachesi

Architetto, crea un’arte sospesa tra artigianato e design.

Con la serie Pneuma arreda alcuni degli spazi comuni del The First: “sculture preziose e fragili…che mostrano la vitalità di una materia antica, che si rinnova nelle forme del contemporaneo”.

 

Brigita Huemer

Austrica di nascita, ha girato il mondo per lavorare come modella. Da Milano a New York dove ha studiato Arte e Fotografia. Le sue opere che immortalano l’esistenza formata da “il nostro passato, presente e futuro” attraverso forme e linee “create e toccate solo dalla natura, e trasformate in un pezzo d’arte e bellezza”, come negli straordinari capolavori Stein e Spiralle e molti altri che arredano una delle suite del The First, esclusivamente dedicata a questa artista.

 

Angelica Romeo

Innamorata dell’arte sin da bambina, afferma una personalissima tecnica attraverso l’utilizzo di veri e propri dischi 33 e 45 giri in vinile, per un omaggio alla pittura e alla musica insieme.  Con Vinyle 45 blu, Vinyle 45 yellow e altri pezzi “inediti”, i colori e le “melodie” firmate da Angelica Romeo, arredano interamente una suite del The First.

 

 

Il Fashion Design: Gianmarco Bersani

Milanese d’adozione, creative director, fashion stylist e headpieces creator è autore di un concetto di moda d’avanguardia che con l’editoriale Here We Stand di Sebastiano Mauri s’immortala nelle pagine di The Fashionable Lampoon. Il suo alter-ego Vanille Queen è stato il protagonista dei “private parties” di Givenchy e di importanti eventi internazionali da Milano a Los Angeles, da Sidney ad Haifa.

Il The First ospiterà per il suo 5°compleanno alcuni dei suoi pezzi unici:

Tribute to Anna Il copricapo si ispira alla figura dell’iconica giornalista di moda Anna Piaggi. Cerchietto e veletta compongono la base; i dettagli sono realizzati in feltro animato con metallo.

Rococò Il volume e l’eccesso delle acconciature del Rococò francese hanno ispirato il pezzo. La gabbia metallica, adornata con applicazioni floreali sintetiche, contiene pappagallini decorativi.

Killer Plastic O, la creazione reinterpreta l’insegna dello storico night club milanese “Killer Plastic O”, chiamato comunemente Plastic. Il tutto è composto da cannule in silicone, animate in metallo.

Thinking Baroque, l’oro e l’opulenza decorativa del Barocco si ritrovano in questo copricapo. Sul pizzo macramè, tagliato e ricomposto, poi animato in metallo, sono stati applicati cristalli Swarovski.

Spring Butterflies, un vento primaverile sospinge la leggera nuvola di farfalle, fino a farla posare sul nostro capo. La struttura metallica sostiene gli insetti dipinti a mano e decorati con antenne di gallo e cristalli Swarovski.

Symphony, il mood a cui si ispira questo pezzo è “il teatro dell’opera”. La struttura in metallo sorregge gli spartiti in carta, le nappe in seta e la nota musicale in plexiglass.

 

Il Flower Design: Elementi di Stile

Creato dalla passione di Flaminia Paglia Marzano per l’eleganza degli equilibri della natura, è un innovativo laboratorio di design ornamentale: gusto, senso dell’armonia e delle proporzioni, conoscenza delle texture diverse e adatte al tipo di essenza che si lavora, abbinamento dei colori e grande sensibilità. La sua determinazione si è consolidata con un team di professionisti del calibro di Martin Grob, ormai suo stretto collaboratore e vice direttore artistico, con il quale riesce per ogni evento ad articolare una grammatica estetica nuova.

 

La Musica:

 

Marta Cosaro

Suona il violino e la viola. Elemento dell’orchestra Rai per diversi programmi televisivi come “Stasera Pago io” con Fiorello, “Uno di Noi” con Gianni Morandi, e “Il cielo e sempre più blu” con Giorgio Panariello. Ha suonato con Riccardo Cocciante in “Notre Dame de Paris” e per tre anni in Mediaset come solista in “Tutte le Mattine”, “Buon Pomeriggio” e “Buona Domenica” con Maurizio Costanzo.

 

Claudia Coticelli

Soprano lirico-drammatico, è un’artista eclettica e passionale. Dal grande maestro Andrea Bocelli ad artisti come Michael Bolton e James Blunt fino a The Voice of Italy, si muove dalla musica d’autore partenopea, all’atmosfera del chill-out fino alla vocalità d’ispirazione black music e jazz d’oltreoceano.

 

In duetto performeranno un repertorio che andrà dalle più celebri composizioni di musica dei grandi maestri italiani e stranieri (Ennio Morricone, Nino Rota, Burt Bacharach, Mancini) ai brani più amati della musica leggera dagli anni ’60 ai giorni nostri.

 

 

Eleonora Pellegrini

Nata a Firenze, ha cominciato lo studio dell’arpa all’età di nove anni. Ha collaborato con varie formazioni cameristiche tra le quali l’Ensemble da Camera del Conservatorio A. Boito di Parma sotto la direzione del Maestro P. Maurizzi, per la rassegna “Concerti di Primavera” a Carpi (Mo) suonando le Folk songs di Luciano Berio. Oggi collabora con Aigam.

Il suo repertorio spazierà dalla musica barocca (Händel e Bach) fino a Carlos Salzedo e le colonne sonore di noti film, con le melodie di Morricone e Webber.

 

 

 

 

Annalisa Crescimanno – Press & PR

thefirsthotel@annalisacrescimanno.com

Tel +39 06 3293785 – Cell + 39 345 05 08 032