Di Laura Gorini

E’ spigliata, solare e alla mano la giovane imprenditrice toscana Simona Ruggirello, titolare del brand di linea mare Caraiby Beach.

Il suo staff è attualmente composto – oltre da lei – da:

Primo fotografo Davide Incerpi

Secondo fotografo Massimo Vernacchio

Blog a cura di Alice Lavoratti

Collabora saltuariamente anche Tommaso Ciriolo a livello amichevole

Simona, come è nato il tuo amore per la moda? 
Più che per la moda il mio amore è per il mare e per la  la stagione calda! Ho cominciato a vendere i costumi per esigenza di vita ma poi sono diventati una vera e propria ossessione.

Ma almeno svelaci che rapporto hai con essa

Ho un ottimo rapporto con la moda ma ho dei gusti abbastanza personali; diciamo che  non amo essere uguale alla massa e che il mio stile va in base al mio umore!

E con le compere in generale?

Diciamo che sono una che sa fare  bene lo shopping; riesco a conciliare risparmio, qualità e spero originalità ma non posso essere io a dire se mi vesto bene!

Quali sono i capi che non possono mai mancare nel tuo armadio e perchè?

 Costumi, leggins, t-shirt e stivaletti  perchè mi piace cambiare costumi in continuazione, leggins perchè sono comodi e abbinabili con tutto,stivaletti perchè posso muovermi abilmente senza rinunciare alla femminilita e t-shirt perchè collaboro speso con un famoso brand Toscano la TEE4TOW che ha delle magliette comode e simpaticissime con gli idols e quindi ne ho una per ogni occasione!

Tu produci costumi e hai creato una tua azienda… La sua genesi?

Io sono quella che ha le idee imprenditoriali e sceglie lo stile delle collezioni. In sostanza ho un azienda che produce costumi ed insieme abbiamo creato la mia linea,il nome  Caraiby Beach  nasce da tre persone che lo crearono per scherzo. Poi le mie scelte stilistiche piacevano sempre più fino a che ho deciso di registrare il marchio ed andare avanti con questa avventura; i modelli della collezione sono stati scelti in base all esperienza decennale che io  ho preso negli anni come addetta alla vendita e a contatto diretto con i clienti. E alla fine ho scelto modelli semplici sopratutto comodi . Inoltre non uso molti accessori nel bikini ma gioco sulle fantasie e i colori, del resto  penso che il bikini serva inanzi tutto per sentircisi a proprio agio, per prendere l’abbronzatura  e asciugare velocemente quindi non vado dietro a quello che sta diventando in questo periodo un accessorio super lavorato di frange, pallini e super diamanti, anche perchè -secondo me- non servono  su questi capi!

Con quali parole descrivresti la tua linea? 

La mia linea è giovanile, dinamica, colorata, semplice e comoda!

Ma perchè hai scelto di creare proprio costumi? 

Perchè il mio trascorso di vita mi ha messo nel commercio in questo settore e poi me ne sono innamorata!

Spesso utilizzare questo indumento provoca imbarazzo a molte donne perchè non si sentono a loro agio… Quali consigli daresti loro per sentirsi belle in costume? 

Alle donne consiglierei di comprare il bikini in base al proprio corpo e non alla moda, perchè ogni corpo ed ogni misura ha delle esigenze ben diverse e solo così che non ci si sente in imbarazzo. Noi vestiamo dalle 38 alle 54; naturalmente alla 54 non consiglierei mai una fascia ma ben si un bel reggiseno con sostegno in modo da  sorreggere il seno per risaltarlo e avere piu comodità nei movimenti!

E ora a che cosa stai lavorando e progettando? 

Sto progettando molte collaborazioni, sfilate ed eventi, ma il mio progetto più progetto più importante e trovare rivenditori in tutta Italia per far conoscere il mio marchio.