Tag

, , , , , , , , , ,

YOOX NET-A-PORTER GROUP, il leader globale nel luxury fashion e-commerce, ha annunciato oggi la nuova politica Fur Free che prevede l’esclusione di tutti gli articoli e gli accessori prodotti con pellicce animali dagli online store multimarca NET-A-PORTER, MR PORTER, YOOX e THE OUTNET, in linea con l’adesione all’International Fur Free Retailer Program. La politica Fur Free, come riportato nel Bilancio di Sostenibilità 2016 di YNAP, conferma l’impegno del Gruppo nella gestione responsabile dell’impatto ambientale e rientra nella relazione di lungo termine con The Humane Society of the United States (HSUS), la Humane Society International (HSI) e con la Lega Anti Vivisezione (LAV).

Questa scelta garantisce che gli online store multimarca di YNAP promuovano politiche commerciali a favore dei diritti degli animali. YNAP continuerà a collaborare con HSUS, HSI, LAV e con altre organizzazioni leader nella tutela degli animali e dell’ambiente al fine di mantenere costantemente aggiornati il Gruppo e i suoi partner sul tema delle pellicce e di un approvvigionamento etico dei prodotti.

La politica Fur Free rappresenta un ulteriore passo in avanti nell’ambito della responsabilità sociale nel settore della moda che vede YNAP aderire, insieme ad alcuni dei più importanti marchi del fashion e retail a livello globale, all’International Fur Free Retailer Programme, con il sostegno della Fur Free Alliance (FFA), una coalizione internazionale di principali organizzazioni per la protezione degli animali e dell’ambiente attive a livello mondiale.

PJ Smith, senior manager di HSUS per la fashion policy, ha commentato: “Ci congratuliamo con YOOX NET-A-PORTER GROUP per dimostrare attraverso la sua leadership un approccio attento e sensibile nell’industria della moda e del lusso. Questa iniziativa dovrebbe incoraggiare gli stilisti e gli altri retailer a scegliere soluzioni alternative alla pelliccia, che siano al contempo eleganti e funzionali e che consentano di non incorrere più nella crudeltà legata alle trappole e all’allevamento degli animali da pelliccia a fini commerciali’’.

Claire Bass, executive director della HSI/UK, ha commentato: “La scelta di YOOX NET-A-PORTER GROUP di aderire al Fur Free, è un messaggio davvero significativo per il mondo della moda, e in particolare per i brand del lusso, dove la pelliccia è ormai fuori moda. Gli stilisti e i retailer del settore moda che continuano a trattare le pellicce, vendono un prodotto che deriva dall’enorme sofferenza degli animali. È davvero entusiasmante vedere che brand così influenti aderiscano a politiche Fur Free. ”

Simone Pavesi, responsabile LAV area Moda Animal Free (www.animalfree.info), ha commentato: “L’impegno di YOOX NET-A-PORTER GROUP è un traguardo significativo che dovrebbe rappresentare un esempio importante nel mondo della moda. È un segnale tangibile che l’industria dell’abbigliamento può essere più sostenibile ed etica senza dover ricorrere necessariamente all’uso di prodotti di derivazione animale”.

Matteo James Moroni, Head of Sustainability di YOOX NET-A-PORTER GROUP, ha commentato: “YNAP ha avviato un importante progetto per gestire in modo responsabile l’impatto ambientale. Questo percorso è iniziato con il lancio nel 2009 di YOOXYGEN, la nostra prima iniziativa di sostenibilità. Il nostro impegno Fur Free, annunciato oggi nasce da un’attenta formazione con HSUS e LAV sul tema della tutela dei diritti degli animali. Abbiamo l’obiettivo di agire da catalizzatori per promuovere un cambiamento concreto in questo settore, condividendo le nostre competenze, innovando e dando il buon esempio.”