Moda e musica: nasce la capsule collection dedicata al grande Maestro Pietro Mascagni

Da un influencer del passato ad un influencer dei nostri giorni: nelle prestigiose sale del Grand Hotel Plaza a Roma, Edoardo Alaimo ha interpretato la Pietro Mascagni Capsule Collection

Pietro Mascagni Capsule Collection

Ogni epoca ha i suoi influencer, ed alcune personalità del passato sono ancora così attuali da riuscire ad ispirare una collezione di moda che porta il loro nome. Stiamo parlando di Pietro Mascagni, compositore osannato in tutto il mondo, il cui stile non solo è stato capace di influenzare le mode del suo tempo, ma ha anche valicato gli anni ed è ancora in grado di dettare le regole dell’eleganza maschile con una Capsule Collection di accessori da uomo ispirata al suo gusto e che porta, appunto, il suo nome. Ideata e realizzata dal Comitato Pietro Mascagni fa parte delle attività che il comitato svolge per promuovere la personalità e l’opera del Maestro.

Guia e Francesca Mascagni low

Pietro Mascagni amava Roma e i Romani Lo adoravano. Ed è proprio Roma la città che terrà a battesimo la collezione di accessori da uomo che fa rivivere nei giorni nostri il suo stile. Nel salone centrale del Grand Hotel Plaza, dove il compositore ha vissuto per oltre 17 anni, accanto al pianoforte a gran coda su cui sono nate molte delle sue opere, è stata ricreato un salotto, -il suo salotto- dove i visitatori, in un gap temporale bizzarro e divertente, vivranno l’atmosfera di eccentricità e stile che la personalità del compositore ha ispirato, e che svelerà i dettagli della collezione. In una installazione sospesa tra passato e presente ecco i gilet preziosi di seta, velluto, broccato, riproduzioni fedeli di quelli indossati da Mascagni o ispirati al suo modo di vestire: fuinfatti lui il primo ad indossarne di colorati e ad averne una collezione, connotati da una forte dose di eccentricità e di stravaganza. Gemelli preziosi di madreperla, argento e argento dorato, copie fedeli di quelli posseduti dal maestro o ispirati ai decori dei suoi amati orologi da taschino. E poi ancora   taccuini e borse da viaggio, che Mascagni possedeva in grande quantità, essendo lui un assiduo viaggiatore. Della collezione fanno parte anche foulard e pochette di seta Made in Italy che rievocano alcune delle Opere di Pietro Mascagni: «Cielo Rosso» Cavalleria Rusticana, «Il Sogno» Guglielmo Ratcliff, «Inno del Sole» IRIS attraverso i quadri del noto pittore italiano Claudio Marcello.

Edoardo Alaimo

È il noto influencer contemporaneo, Edoardo Alaimo, che da sempre sostiene che “La moda è cultura e per tanto va coltivata e solo dopo indossata” ad aver scelto i pezzi iconici di questa collezione e ad averli resi propri. Conosciuto e apprezzato sui social per la sua attitudine al bello in tutte le sue forme, ha saputo interpretare lo stile del passato coniugandolo al bello del presente facendo rivivere gli storici capi in chiave assolutamente attuale, a dimostrazione del fatto che classe, ironia, e gusto accomunano gli influencer di ogni epoca. Edoardo Alaimo, Classe 1992, dimostra, in questo gioco temporale sospeso tra presente e passato, come questi pezzi iconici siano ancora belli, desiderabili, affascinanti agli occhi dei più giovani.

Pietro Mascagni (Livorno, 7 dicembre 1863 – Roma, 2 agosto 1945) è stato un compositore e direttore d’orchestra italiano. Mascagni visse a cavallo tra Ottocento e Novecento, occupando un posto di rilievo nel panorama musicale dell’epoca, soprattutto grazie al successo immediato e popolare ottenuto nel 1890 con la sua prima opera, Cavalleria Rusticana. Cavalleria fu la prima di altre 15 opere per cui Mascagni ebbe una popolarità mondiale, insieme a pochi altri compositori. Alcune di esse sono entrate stabilmente in repertorio, come ad esempio l’Iris, che toccò la ragguardevole cifra di 800 produzioni.Fu anche un prodigo e versatile direttore d’orchestra e affermato sperimentatore di musiche per il cinema.Mascagni strinse amicizia con molti intellettuali e artisti del suo tempo, tra cui i pittori Giovanni Fattori, Gaetano Previati, Plinio Nomellini ed ebbe un rapporto molto stretto con D’Annunzio, che prima lo criticò definendolo nel 1892 “un capobanda” e poi lo esaltò e collaborò con lui. L’iconografia classica immortala Mascagni con il consueto sigaro toscano tra le labbra e la folta capigliatura che lo ha fatto diventare famoso: il cosiddetto taglio alla Mascagni.

Comitato Promotore Maestro Pietro Mascagni. Fondato nel 2012 dalla nipote Maria Teresa e da alcune pronipoti del Maestro di intesa con il resto della famiglia Mascagni, il Comitato ha come obiettivo la diffusione e promozione in Italia e all’estero della figura e della produzione artistica del Maestro Pietro Mascagni. Il Comitato si propone di sviluppare, in particolare, la realizzazione di alcuni obiettivi specifici, tra cui la creazione e digitalizzazione dell’archivio dei manoscritti e delle riproduzioni, delle opere del Maestro, dei cimeli, degli autografi, dei documenti, degli strumenti musicali e di ogni altro bene attinente alla vita ed attività artistica del Maestro Pietro Mascagni, unitamente all’organizzazione di eventi promozionali, culturali e teatrali in Italia ed all’estero e all’organizzazione di iniziative e collaborazioni con diversi soggetti pubblici e privati, persone fisiche e/o giuridiche, italiane e internazionali.

Press Office: Barbara Manto & Partners

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.