Tag

, , , ,

Lunghi applausi e tanta commozione per Vincenzo Bocciarelli che ha magistralmente portato in scena la morte e passione del Redentore.

Guarda il video

Il noto attore Vincenzo Bocciarelli, già molto amato in Italia per il suo indiscutibile talento artistico ed il suo grande impegno cristiano, ha regalato momenti di grande emozione al folto pubblico che, come ogni anno, è accorso da ogni parte d’Italia per assistere alla via Crucis organizzata dal Centro Riabilitativo per disabili Nuovo Elaion di Eboli (SA).

Una lunga processione durante la quale Bocciarelli ha portato la pesante croce del Cristo, simbolo del calvario che ha dovuto patire per la salvezza dell’umanità, con veemente spirito cristiano e grandissimo talento interpretativo.

Un messaggio di pace e di speranza per tutti ed in particolar modo per i ragazzi disabili del Nuovo Centro Elaion che, sotto la sapiente guida del Presidente dell’associazione Cosimo De Vita, hanno gestito l’intero evento con passione ed abilità.

I ragazzi hanno partecipato attivamente alla via Crucis di Eboli indossando I panni dei centurioni. Di particolare impatto emotivo anche le scene dell’Ultima Cena, i momenti nell’orto del Getsemani e la Resurrezione del Salvatore circondato da un nugolo di bambini e ragazzi disabili e dagli allievi delle numerose scuole che hanno alzato le mani verso il Cielo e poi abbracciato il Redentore.

La Via Crucis di Eboli si riconferma tra gli eventi più attesi e di maggior richiamo per gli italiani e, in particolare, per i fedeli campani che anche quest’anno, sono accorsi per assistere al rito religioso impreziosito dalla performance del carismatico attore Vincenzo Bocciarelli nelle vesti di Cristo. L’appuntamento, interamente curato dai disabili del Nuovo Centro Elaion, struttura all’avanguardia nella riabilitazione, è un momento di preghiera e introspezione per le migliaia di fedeli che ogni anno qui accorrono per assistere alla toccante processione che dà inizio ai tre giorni che precedono la Pasqua. A guidare il corteo di quest’ottava edizione, il monsignor Luigi Moretti, Arcivescovo dell’arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno. Presente tutta la rappresentanza del Clero di Eboli, insieme ai genitori dei ragazzi e al presidente del Centro Nuovo Elaion, Cosimo De Vita. La Via Crucis della città di Eboli è ormai nota per la ricostruzione fedele e la grande attenzione ai particolari, come i meravigliosi costumi d’epoca, frutto dell’impeccabile macchina organizzativa che offre ai ragazzi del Centro Elaion la possibilità di impegnarsi e partecipare attivamente ad uno dei momenti più importanti e sentiti della città. Intreccio di fede, storia, religione e cultura, l’evento ha trasmesso grande emozione e suggestione, con la partecipazione di un protagonista molto amato come Vincenzo Bocciarelli, tra i pochi attori ad aver avuto l’onore di eseguire letture in mondovisione di fronte a Papa Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI. Con la sua grande professionalità e sensibilità, Bocciarelli è riuscito a far vivere lo straziante calvario di Cristo, regalando agli spettatori attimi di pura gioia, già custoditi tra gli indelebili ricordi dell’anima.