Festa delle 7 Arti + 6 + 4 + 1

ART STOP MONTI: NO-STOP PERFORMING ARTS FOR WOMEN AND MOTHER EARTH

La FESTA delle 7 ARTI è dedicata alla Musica, alla Danza, al Cinema, alla Poesia, alla Letteratura, alle Arti Visive, all’Architettura e sarà un omaggio alle grandi DONNE cancellate e dimenticate dalla Storia, in primis, la soprano EMMA CARELLI, la prima Sovrintendente di un Teatro Lirico del mondo, un tributo alla MADRE TERRA e ai 4 ELEMENTI attraverso le 6 SCIENZE SOCIALI (Ecologia, Sociologia, Pedagogia, Antropologia, Psicologia) + 1: la Tecnologia, intesa come capacità di Innovare e di far crescere l’Umanità in modo sostenibile. Arte Pubblica e Privata Partecipata, Educazione Civica e Ambientale, Solidarietà, Multiculturalità, Diversità sulle Terrazze, le Scalinate e le Strade del Rione Monti.

1 Agosto 2018 – dalle ore 19.00 alle 24.00

Festa delle 7 Arti

Location

1 Agosto

Terrazza Metro Cavour e MercatoMonti c/o Grand Hotel Palatino, Via Leonina, 46

2 Agosto 2018 – dalle ore 19.00 alle 24.00

Passeggiate nell’Arte e nel cinema della Dolce Vita

Una grande festa che è stata un vero miracolo, progettata in 7 giorni, ha ottenuto tutti i permessi necessari alla sua realizzazione in soli 3 giorni. Evento promosso dal Suburra Club, realizzato in collaborazione con il Comune di Roma e ATAC, ideato e organizzato dalla Sociologa e Consigliera di Amministrazione del Teatro dell’Opera di Roma, Francesca Chialà.

Il progetto si basa sull’Economia del Dono e sulla Cultura della Generosità ed è realizzato grazie al contributo di tantissimi Amici e Artisti che hanno accettato di partecipare gratuitamente alla FESTA delle 7 ARTI, dei cittadini di Monti e di tutti i Civil Servant che lavorano nelle istituzioni della città di Roma.

Si ringrazia l’imprenditore illuminato Giuseppe Pastore della Società Consorzio T-Tauri, Main Sponsor dell’evento e il ristorante Urbana 47 per la Sponsorship.

Un ringraziamento speciale alla Direttrice D’Orchestra, Cinzia Pennisi, la cui generosità e fiducia hanno permesso la realizzazione di questo omaggio all’Arte.

Obiettivi

L’obiettivo è quello di realizzare un esperimento di Arte Pubblica e Privata Partecipata che coinvolga i cittadini di Roma per sensibilizzarli sulle potenzialità e l’opportunità di liberare Monti dalle auto, Restituire le sue meravigliose stradine ai bambini, agli anziani, ai giovani, ai disabili, a tutti i cittadini romani, ai turisti stranieri, con il sogno di Inondare un giorno il Rione di piante e alberi, rendendolo un altro Polmone Verde di Roma.

Questa iniziativa vuole riaccendere le luci sull’Angelo Mai e a mezzanotte, al termine delle performance, tutti gli artisti e i partecipanti andranno ad illuminare con gli smartphone l’Angelo Mai affinché venga nuovamente restituito alla città di Roma.

I LUOGHI DELLA FESTA delle 7 ARTI:

Hotel Palatino, Terrazzo della Metro Cavour, terrazze pubbliche e private, per le vie e sulle scalinate.

PROGRAMMA EVENTO

MUSICA e CANTO

  • Un omaggio alla grande Lirica attraverso le Opere Carmen, con la georgiana mezzosoprano Ketevan Kemoklidze che duetterà con l’Escamillo della Carmen, il Basso-Baritono Simòn Orfila e la Traviata (Valentina Varriale), artista lanciata da “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma, accompagnati dal pianista Marco Forgione.
  • Il musicista Simone Fava che suonerà l’Oboe sulla Terrazza Cavour e dal Direttore D’Orchestra Paolo Olmi (l’Orchestra dei Giovani Europei)
  • Per MUSICA e CANTO gli artisti: Ketevan Kemoklidze, Simòn Orfila, Valentina Varriale, Paolo Olmi, Simone Fava, Marco Forgione, Louis Siciliano
  • Performance strumentale di Aluei, alias Louis Siciliano, compositore e polistrumentista.

DANZA e TEATRO DANZA

  • Un omaggio di e per il Grande Coreografo AMEDEO AMODIO, in collaborazione con Daniele Cipriani Enterteinment, che regalerà due coreografie che hanno fatto la storia della danza:

CARMEN Pas de deux dal Balletto CARMEN di Amedeo Amodio

                        Interpreti: Carmen, Anbeta Toroman e Don José, Alessandro Macario

APRES-MIDI D’UN FAUNE

            Interpreti: Ninfa, Susanna Elviretti e Fauno, Umberto De Santis

  • Sciamanica – Spettacolo di Danza, Canto e Musica della Performer Messicana Jennifer Cabrera Fernandez. Il suo spettacolo, in anteprima a Roma, accompagnata dal musicista veneziano Giorgio Schiavon (Musica elettronica originale)
  • TEATRO VISUALELa Performance dell’artista polacca Olga Domanska, ispirata alle figure femminili di Ipazia, Zenobia ed Emma Carelli. Lo spettacolo è donato dal Gruppo Jobel.
  • Tanguera. Spettacolo di Tango con i ballerini e coreografi Mariano Navone e Sofia Victoria Mira. Danzeranno “Primavera Portena” musica di Astor Piazzolla.

CINEMA, LETTERATURA e PERFOMANCE ARTISTICHE

  • proiezione del film Suburra del regista Stefano Sollima, tratto dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini
  • Storytelling sul periodo storico della Dolce Vita a cura della Dolce Vita Gallery, oltre alla performance dedicata alle Arti Visive a cura dello storico fotografo della Dolce Vita Carlo Riccardi e suo figlio Maurizio Riccardi.
  • Proiezione di La regina Zenobia e l’antico regno di Palmira e Memorie dal sottosuolo, le antiche chiese rupestri pugliesi della Valle D’Itria, realizzati da Francesco Brancatella, giornalista di RAI1, documentarista e sceneggiatore.

STORIA DELL’ARTE

Vittorio De Bonis, Storico della letteratura e Critico d’Arte emozionerà i partecipanti con l’esperienza delle passeggiate tra le Scalinate D’Arte e I Gradini della Storia, suddivisa in due appuntamenti.

  • “Bianco come il Marmo, Rosso come il Sangue. Demoni, Miti e Icone del Rinascimento da Lucrezia Borgia a Michelangelo Buonarroti” e “La spada e il Pennello. Sulle tracce di Caravaggio fra Suburra e palazzi aristocratici”.

LETTERATURA E NUOVE TECNOLOGIE: la Festa vedrà la collaborazione della scrittrice e storyteller, Cristiana Rumori, ideatrice del progetto di Digital Storytelling I Piedi Narranti, visibile nella pagina Instagram #ipiedinarranti. Reading tratti dai suoi brani, recitati dagli attori Alessandra Carrillo Cristian Arni.

SPORT: SCHERMA e CICLISMO

  • esibizioni di Scherma realizzate dall’Accademia D’Armi Musumeci Greco, fondata nel 1878 e oggi diretta da Renzo Musumeci Greco, cittadino di Monti. La performance vedrà il coinvolgimento del campione italiano Paraolimpico di Scherma, Pietro Miele, ha vinto gare di coppa del mondo e si sta allenando per i campionati europei.
  • Scampanellio dei ciclisti di Roma per per lanciare il progetto di rendere Via Cavour una via sicura per le biciclette, creando possibilmente un tracciato per terra da Termini a via dei Fori Imperiali e invitando i vigili urbani di Roma a presidiare via Cavour per multare chi parcheggia in doppia/tripla fila e chi percorre quella strada a velocità sconsiderate per un centro cittadino.

EDUCAZIONE CIVICA e AMBIENTALE a cura dell’Associazione Penelope.

DEDICA

La FESTA delle 7 ARTI è dedicata a 18 Grandi Donne cancellate dalla storia e/o lasciate nel dimenticatoio, tra cui la scienziata IPAZIA, recuperata in piccola parte grazie al cinema, la Regina di Palmira ZENOBIA, l’unica donna della storia che ha avuto il coraggio di proclamarsi Imperatrice e di sfidare il Potere Maschile dell’Impero Romano, FRANCESCA BUSSA de’ LEONI, che ha dedicato la sua vita ai poveri ed è ricordata come Santa Francesca Romana, BEATRICE CENCI, decapitata per aver ucciso il padre e diventata poi eroina popolare, MARIA MONTESSORI, che ha rivoluzionato la Pedagogia nel mondo creando le basi educative della rivoluzione tecnologica di questo secolo (I fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page, i Fondatori di Amazon e di Wikipedia sono diventati creativi frequentando scuole Montessori negli USA), EMMA CARELLI, la prima Sovrintendente di un Teatro Lirico nel mondo completamente e sistematicamente cancellata dalla storia (ha diretto il Teatro dell’Opera dal 1912 al 1926 rendendo grande il Teatro e creando il rapporto storico con l’Arte Contemporanea e le Avanguardie Artistiche del primo Novecento: Marinetti ha presentato il Manifesto Futurista in Letteratura al Teatro dell’Opera), ANAIS NIN, la scrittrice statunitense anticonformista, considerata una delle autrici più controverse del Novecento, CARLA LONZI, scrittrice e critica d’arte, teorica dell’autocoscienza e della differenza sessuale che ha influenzato il pensiero femminista in Italia con il suo libro “Sputiamo su Hegel” (nel 1970 con l’artista d’Arte Contemporanea Carla Accardi, che con la sua pittura ha contribuito dal 1947 all’affermazione dell’Astrattismo in Italia, e con la giornalista Elvira Banotti, ha pubblicato il Manifesto di Rivolta Femminile e promosso la differenza contro la rivendicazione dell’uguaglianza, la critica verso l’istituto del Matrimonio, il riconoscimento del lavoro delle donne come lavoro produttivo, la centralità del corpo e la rivendicazione di una sessualità soggettiva e svincolata dalle richieste maschili), Lucrezia Borgia, una delle figure femminili più controverse del Rinascimento Italiano.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.