Oriana Tirabassi è la nuova Executive Chef dell’Aleph Rome Hotel

L’Aleph Rome Hotel, elegante proprietà nel cuore di Roma, ha recentemente riaperto le sue porte dopo un importante intervento di restauro, riaffacciandosi nel panorama dell’hotellerie internazionale come parte dell’esclusivo brand Curio Collection by Hilton, una collezione di hotel unici, ognuno con la sua storia e le sue caratteristiche, situati in diverse città del mondo.

Sky Blu Bar & Restaurant

Fondamentale, in una proprietà di eccellenza è il Food & Beverage, che all’Aleph si annuncia particolarmente interessante con l’arrivo della nuova executive chef Oriana Tirabassi, e della sua cucina, in linea con lo stile dell’albergo, proteso tra tradizione, innovazione e ricerca.

Oriana Tirabassi

Nata a San Benedetto del Tronto, dopo alcune esperienze di ristorazione in Italia, nel 2008 si trasferisce in estremo Oriente, lavorando in India, in Indonesia e Thailandia, per poi approdare in Giappone.

Da questa molteplicità di esperienze nasce la sua filosofia e il suo stile di fare cucina: esprimere al meglio la tradizione italiana, in particolare romana, con forti rimandi del Sol Levante. Da qui prende corpo la definizione, “mix di tocco orientale e radici italiane”, che è una riuscita sintesi del suo lavoro. Non si tratta di cucina fusion, ma di cucina italiana trattata con tecniche di lavorazione di stampo orientale e di un’accuratezza del food design tipica dei paesi asiatici.

Pane con cuore cacio e pepe

La sua carriera è letteralmente un viaggio culinario, che inizia in tenera età, grazie alla nonna, nella fattoria di famiglia, nelle Marche: “Prima di andare a scuola, andavo a lavorare nell’orto”. Da qui un’attenzione particolare per le materie prime, attitudine che ha potuto affinare nelle sue esperienze orientali. Il suo percorso lavorativo inizia come capo chef e titolare di un ristorante nella provincia di Ascoli Piceno nel 1986, e, dopo molte esperienze Bel Paese, inizia nel 2008 il suo viaggio per il mondo come chef di cucina italiana in molti hotel a cinque stelle, tra cui Mezzo Mezzo al JW Marriott Hotel a Mumbai, in India, Rosso allo Shangri-La Hotel a Jakarta, in Indonesia, Spasso Restaurant e Bar 494 a Erawan Grand Hyatt Bangkok, a Bangkok, in Tailandia. L’ultima tappa, prima di approdare all’Aleph Rome Hotel, è il Ritz Carlton ad Osaka in Giappone.

L’attività culinaria di Oriana è fatta prevalentemente di «influenze e richiami»: la ricerca e la selezione dei migliori ingredienti della tradizione italiana secondo la stagionalità, lavorati con rigoroso rispetto del prodotto – di retaggio orientale – e con tecniche asiatiche (cura del taglio, della preparazione, dell’utilizzo dei corretti strumenti in cucina), apprese nel corso della sua lunga carriera nel Middle East. Una cucina che sarà un mix, così come la nostra chef, che mira a recuperare il ricordo dei sapori antichi che sono stati il cardine della sua infanzia. Caratteristica, questa, che ricorre nei suoi signature dishes, come il Budino di Triglia, che riprende nella forma e nella tecnica un tipico piatto asiatico – una sorta di pudding di sushi, ripieno di vegetali – che Oriana ricrea con triglia e colatura di alici, tipicamente italiani; oppure il tonno, di fattezze giapponesi, che si presenta come un involtino, ma con un’anima italiana di burrata e panzanella.

Zuppa Giapponese Vegetariana con asparagi

Il percorso culinario firmato Oriana Tirabassi è un inno alla tradizione e al «fatto a mano», e si manifesta nell’entree servita agli ospiti: una pagnottella fatta in casa, su modello dei pani giapponesi, con il marchio dell’Aleph impresso sulla crosta, e un cuore cacio e pepe, pronta per essere degustata con il migliore olio italiano e un burro prelibato, fatto dalla chef. È un benvenuto agli ospiti nel mio mondo, fatto di sapori romani, lavorati con tecniche e aromi orientali – racconta Oriana.

Stracciatella con neve di parmigiano e granella di olive nere

Eccellente anche l’offerta vegetariana della chef che, attraverso l’utilizzo dei migliori ingredienti, crea piatti sapientemente lavorati, gustosi ed eleganti nel rispetto comunque della tradizione della sua terra.

Mix di peperoni con finocchio, sorbetto di pesco e melograno

Inedite contaminazioni culinarie, un modus operandi che sa stupire e nello stesso tempo rassicurare, in cui i sapori dell’infanzia vengono arricchiti da echi esotici, tecniche orientali e serviti in una forma sempre armoniosa con un tocco tutto femminile di bellezza e design.

Ufficio stampa

Barbara Manto & Partners – office@barbaramanto.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.